(In)successo ArticoliPresentazioni

Benvenuto errore

La presentazione del numero di Forward "(In)successo"

Antonio Addis

Dipartimento di epidemiologia, Servizio sanitario del Lazio, Asl Roma1

By Ottobre 2020No Comments
Forward
Fotografia di Lorenzo De Simone

Nel gruppo di lavoro Forward scegliamo tutti insieme le parole chiave che guidano ogni nuovo numero. Ve ne sono alcune a cui i singoli si affezionano più di altre promuovendole nei periodici incontri del gruppo di lavoro. Per quanto mi riguarda confesso che quest’ultima è quella che più di altre mi ha trovato come suo convinto sostenitore. In medicina l’esercizio del trial and errors è una pratica antica ma personalmente sono convinto che anche per il futuro sarà lo spartito attraverso cui si declineranno le terapie più innovative. Non bastasse questo, l’emergenza covid-19 dovrebbe averci ancora una volta rammentato come di fronte alle grandi incertezze non ci rimane che provare, sperimentare e imparare dai nostri errori.

Eppure, dell’insuccesso non si riesce facilmente a discutere. Inostri curricula personali non ne portano traccia, le riviste scientifiche faticano a restituirci dati negativi, i convegni difficilmente si concentrano sui fallimenti, i media non si entusiasmano sui tentativi errati e, infine, il pubblico mal sopporta tutto ciò che termina con “non lo sappiamo” o peggio, “non ha funzionato”.

Ancora una volta Forward e il suo “metodo” offrono l’opportunità di studiare, attraverso diversi punti di vista, la capacità di trarre le migliori lezioni possibili da ogni singolo insuccesso, capitalizzando conoscenze che non possono fare a meno di passare attraverso errori, sbagli per capire al meglio la complessità.

Tra le tante cose dette e riflessioni fatte che troverete nelle pagine che seguono, valga per tutte l’esercizio personale di un “reverse curriculum vitae”, che suggerisco a tutti: in fin dei conti i fallimenti ci raccontano meglio di ogni nostro singolo successo.

Lascia un commento