AJAX progress indicator
Ricerca: (cancella)
  • Carla Ancona
    Epidemiologa ambientale al Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio, si occupa di impatto sulla salute dei rifiuti, dei siti contaminati, di inquinamento atmosferico e acustico e di HIA. Laurea con lode in Biologia, specializzazione con lode in Statistica sanitaria, master internazionale in HTA. Coordina la rete italiana Ambiente e Salute (CCM RIAS). Runners agonista partecipa (con discreto successo) a gare su tutte le distanze dai 5.000 m ai 42,2 km. - Di più
  • Filippo Anelli
    Già presidente dell'Ordine dei Medici di Bari, è attualmente presidente della Federazione Nazionale Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCeO). All'attività di medico di medicina generale, che svolge a Noicattaro dal 1987, affianca l'attività di docenza a corsi, convegni, congressi, oltre che ai corsi biennali di Formazione Specifica in Medicina Generale. Dal 2014, è Direttore Scientifico del Corso di Alta Formazione in "Strumenti per la ricerca e management in Medicina Generale" presso l'Università Lum Jean Monnet di Casamassima (BA). - Di più
  • Alberto Anguissola Beretta
    Critico letterario e giornalista specializzato in francesistica, insegna letteratura francese all'Università della Tuscia. Ha dedicato molti anni di studio all'opera di Marcel Proust, prima col volume ""Proust inattuale"", vincitore del Premio Viareggio, poi con il commento all'edizione Meridiani-Mondadori di Alla ricerca del tempo perduto. - Di più
  • Arnaldo Benini
    Professore emerito di neurochirurgia e neurologia all'Università di Zurigo, è stato primario di neurochirurgia alla Fondazione Schulthess di Zurigo. Collabora con la pagina scientifica de Il Sole 24 Ore, ed è da anni impegnato nella divulgazione scientifica delle neuropatologie. Ha pubblicato saggi su Mieczyslaw Minkowski, su Vesalio, sulla fisiologia del dolore di Cartesio, su Oliver Sacks, su Benedetto Croce. Ha scritto saggi sull'eutanasia nella coscienza del medico, sui problemi etici della genetica e sullo stato vegetativo permanente. Ha pubblicato diversi libri tra cui, l'ultimo, "La mente fragile. L'enigma dell'Alzheimer". - Di più
  • Davide Bennato
    Laurea in Sociologia e dottore di ricerca in Scienze della comunicazione all’Università Sapienza di Roma, è docente di Sociologia dei media digitali presso il Dipartimento di scienze umanistiche dell’Università di Catania. È vicepresidente del corso di Laurea in Scienze e lingue per la comunicazione, membro del Consiglio del centro informatica umanistica dell’Università di Catania, membro del dottorato in Sistemi complessi per le scienze fisiche, socio-economiche e della vita del dipartimento di fisica e astronomia dell’Università di Catania. I suoi interessi di ricerca sono relativi all’analisi dei comportamenti collettivi nei social media, all’etica dei big data, alla sociologia degli algoritmi, al rapporto fra tecnologia e valori, ai modelli di comunicazione scientifica e tecnologica in rete. Fra i suoi scritti più recenti: Il computer come macroscopio (Franco Angeli, 2015), La svolta della scienza dalla comunicazione pubblica alle relazioni pubbliche. Il caso Vaxxed (2017, in “Journal of Science Communication”), L’emergere della disinformazione come processo socio-computazionale. Il caso Blue Whale (2018, in “Problemi dell’Informazione”). - Di più
  • Annibale Biggeri
    Professore di Statistica per la ricerca sperimentale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Firenze, è interessato soprattutto all'epidemiologia dei tumori e dei metodi statistici applicati e all'epidemiologia ambientale, a cui si è avvicinato sempre di più nell'ultimo periodo. È stato membro della Commissione Consultiva Tossicologica Nazionale e del Consiglio scientifico della Biometric Society per 10 anni, nonché Presidente dell'Associazione Italiana di Epidemiologia. Partecipa a numerosi progetti di ricerca che esercitano un'influenza sulla società, come "La Fondazione Bioteca di Sarroch", "L'impatto sulla salute dell'impianto siderurgico dell'Ilva di Taranto" e "Valutazione di impatto sanitario dell'inquinamento atmosferico a livello regionale" per la Regione Lombardia. - Di più
  • Maurizio Bonati
    Maurizio Bonati, medico, dirige il Dipartimento di Salute Pubblica e il Laboratorio per la Salute materno infantile dell'Istituto Mario Negri IRCCS di Milano. Dirige la rivista Ricerca&Pratica.  Le sue aree di attività sono: il monitoraggio e la valutazione epidemiologica dell'utilizzo e degli effetti dei farmaci e dei vaccini in età pediatrica e in gravidanza; la valutazione delle cure neuropsichiatriche in età evolutiva; la ricerca metodologica nell'ambito dell'assistenza ospedaliera e delle cure primarie pediatriche; la promozione e la produzione di informazioni sanitarie nella comunità. Docente in università italiane e straniere, promuove e sostiene progetti di cooperazione internazionale. - Di più
  • Federico Cabitza
    Laureato in ingegneria informatica nel 2001 al Politecnico di Milano, ha conseguito il dottorato di ricerca in informatica nel 2007. Dal 2011 è ricercatore universitario presso il Dipartimento di informatica dell'università di Milano-Bicocca, e quindi professore aggregato di interazione uomo-macchina e uomo-dato. Dal 2016 afferisce anche alla direzione scientifica dell'Irccs Istituto ortopedico Galeazzi di Milano per la definizione di modelli predittivi basati su machine learning. È autore di più di 120 pubblicazioni relative a informatica medica e sistemi a supporto della collaborazione e del processo decisionale in ambito ospedaliero. - Di più
  • Caterina Caminiti
    Laureata in Biologia a Parma, specializzata in Statistica medica a Milano. Dirige l'Unità operativa ricerca e innovazione dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, dove ha creato un’infrastruttura di statistica ed epidemiologia. Ha un'esperienza pluriennale come membro del Comitato etico e in working group sull’etica della ricerca in medicina. Professore a contratto sulla metodologia della ricerca presso l'Università di Parma, in diverse scuole di specializzazioni mediche. Responsabile scientifico di tre edizioni di master annuale di II livello dal titolo “Fondamenti di metodologia della ricerca”. Il campo di ricerca prevalente sono gli studi di implementazione di interventi complessi in ambito oncologico, in particolare volti al miglioramento della qualità di vita dei pazienti. È segretario scientifico delle linee guida "Assistenza psicosociale dei malati oncologici" dell'Associazione Italiana di oncologia medica. - Di più
  • Maria Grazia Celani
    Neurologa, lavora presso l'Azienda Ospedaliera di Perugia ed è la responsabile dell'ambulatorio per le malattie demielinizzanti. Si occupa di ricerca epidemiologica e di studi randomizzati e controllati ed attualmente è coinvolta nella valutazione degli obiettivi di prognosi. Dal 2000 è metodologa all'interno del Cochrane Neurological Sciences Field ed è autrice di diverse revisioni sistematiche Cochrane di intervento e di diagnosi. Fa parte del consiglio direttivo dell'Associazione Alessandro Liberati. - Di più
  • Antonella Celano
    Antonella Celano nasce a Lecce nel 1961 e all'età di 14 anni scopre di essere affetta da AIG. Con il tempo decide di mettere a servizio di tutti la sua esperienza di malattia e nel 2000 fonda Apmar, oggi Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare, di cui è tutt'ora presidente. Si professionalizza nelle tematiche relative alle politiche socio-sanitarie, in modo da poter interloquire e collaborare con i decisori politici e acquisire gli strumenti per perseguire obiettivi atti a migliorare la qualità dell'assistenza, e di conseguenza la qualità della vita, di chi soffre a causa di una patologia reumatica e rara. - Di più
  • Kalipso Chalkidou
    È la direttrice della Global Health Policy e Senior Fellow presso il Center for Global Development. In precedenza, è stata direttrice del Global Health and Development Group presso l'Institute of Global Health Innovation, Imperial College London, aiutando i governi a sviluppare capacità tecniche e istituzionali per migliorare il rapporto qualità-prezzo dei loro investimenti nel settore sanitario. È interessata a come le istituzioni locali possono guidare decisioni di allocazione delle risorse sanitarie scientifiche, migliorando al contempo i risultati per i pazienti. È stata coinvolta nella riforma della salute rurale cinese e anche nei progetti nazionali di riforma sanitaria negli Stati Uniti, India, Colombia, Turchia e Medio Oriente, lavorando con la Banca Mondiale, PAHO, DFID e la Banca Interamericana di Sviluppo. Tra il 2008 e il 2016 ha fondato e diretto NICE International, un gruppo senza scopo di lucro all'interno del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) del Regno Unito, studiando come la ricerca comparativa sull'efficacia possa informare le politiche dei prezzi dei farmaci del governo degli Stati Uniti. È autrice di oltre 100 peer review e ha scritto diversi capitoli di libri. - Di più
  • Antonio Clavenna
    Medico e specialista in Farmacologia Clinica, è ricercatore presso il Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS di Milano. Nella sua attività di ricerca si occupa principalmente del monitoraggio dell'uso dei farmaci nei bambini e negli adolescenti, dell'epidemiologia dell'assistenza pediatrica e del trasferimento dell'informazione sull'uso dei farmaci agli operatori sanitari e ai cittadini. - Di più
  • Alessandro Conte
    È dirigente medico presso la direzione dell'azienda sanitaria 3 del Friuli Venezia Giulia. Ha condotto ricerche e sviluppato progetti sull'utilizzo dei nuovi media per la promozione di buone pratiche tra operatori sanitari, tra cui anche la promozione della vaccinazione antinfluenzale, con risultati che hanno trovato risalto, oltre che su riviste peer-reviewed, anche in congressi internazionali. È coordinatore del Gruppo antibufale Fnomceo che ha curato la realizzazione di Dottoremaeveroche, il primo portale istituzionale in Italia dedicato a contrastare le fake news circolanti in materia di salute. - Di più
  • Cristina Da Rold
    Si occupa di giornalismo sanitario data-driven, principalmente su Infodata - Il Sole 24 Ore e Oggiscienza. Scrive di disuguaglianze sociali ed epidemiologia. Dal 2015 è consulente per la comunicazione/social media per l’Ufficio italiano dell’Oms. Collabora con Il Pensiero Scientifico Editore, con cui ha pubblicata nel 2015 il mio libro “Sotto controllo. La salute ai tempi dell’e-health”. Nel 2019 ha messo a punto HealthCom Program, corso online sulla comunicazione sanitaria sui social media. - Di più
  • Erica Daina
    Coordina dal 2009 il Laboratorio documentazione e ricerca sulle malattie rare presso il Centro di ricerche cliniche per le malattie rare "Aldo e Cele Daccò" dell'IRCCS – Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri. È referente dal 2002 del Centro di Coordinamento per le Malattie Rare istituita dalla Regione Lombardia, coopera con il Centro nazionale malattie rare dell'Istituto Superiore di Sanità ed è responsabile della Biobanca malattie rare del Centro Risorse Biologiche "Mario Negri". Svolge attività di ricerca clinica prevalentemente nel campo delle microangiopatie trombotiche e delle malattie genetiche del rene. - Di più
  • Bruno Dallapiccola
    Medico e professore ordinario di genetica medica, ha svolto prevalentemente la sua attività accademica presso le università Tor Vergata e Sapienza di Roma. È direttore scientifico dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù – Irccs, e membro del Comitato nazionale per la bioetica. Esperto nell'Organismo nazionale di coordinamento e monitoraggio per lo sviluppo delle reti di riferimento europee (Ern), rappresenta inoltre l'Italia nell'European commission expert group on rare diseases. È responsabile dell'interfaccia italiana di Orphanet, il più importante database a livello mondiale per le malattie rare. Fa parte dell'Orphan europe academy e di numerose società scientifi che. È autore di oltre 800 pubblicazioni internazionali che riguardano in particolare la genetica clinica, l'identifi cazione di nuove malattie, lo studio delle correlazioni genotipo-fenotipo e la mappatura e il clonaggio di oltre 50 geni-malattia, soprattutto relativi a malattie rare o molto rare. Fa parte del Consiglio superiore di Sanità, nominato dalla ministra Grillo a febbraio 2019. - Di più
  • Francesca De Donato
    Biometeorologa, ha svolto il  dottorato di ricerca in Epidemiologia Ambientale all’Imperial College di Londra. Lavora al Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio dal 2003 nella U.O.C. Epidemiologia Ambientale e gestisce il Sistema di allerta nazionale per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute. Da più di 15 anni conduce progetti di ricerca su eventi meteorologici estremi, cambiamenti climatici ed effetti sulla salute in ambito nazionale e internazionale. - Di più
  • Manuela De Sario
    Manuela De Sario è una biologa che lavora al Dipartimento di Epidemiologia dal 2001 su diversi temi di epidemiologia ambientale e sulla definizione di raccomandazioni per la salute in relazione a diversi rischi ambientali. Crede nella collaborazione tra colleghi e tra settori diversi. Altre passioni sono le passeggiate naturalistiche e il laboratorio di teatro. - Di più
  • Sergio Della Sala
    Laureato in medicina (Berkeley-Milano), specializzato in neurologia e dottore di ricerca in psicobiologia, dirige l'unità di Human cognitive neuroscience della University of Edinburgh. È editor-in-chief di Cortex e Fellow della Royal society. Il suo campo di ricerca è il rapporto tra il cervello, le sue lesioni e il comportamento umano, in particolare memoria e amnesia. Ha scritto oltre 600 lavori sperimentali in riviste peer-reviewed e parecchi libri specialistici e divulgativi. Gli è stato assegnato il primo premio "Tam Dalyell for excellence in engaging the public with science". È presidente del Cicap, il Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze. - Di più
  • Vittorio Demicheli
    Medico, ha svolto gran parte della sua vita professionale nello studio e controllo delle malattie infettive, dirigendo per oltre vent'anni il Servizio di epidemiologia della Regione Piemonte e producendo revisioni sistematiche sulla sicurezza ed efficacia dei vaccini per la Cochrane Collaboration. Fino al 2017 ha svolto l'attività di decisore ai vertici del servizio sanitario del Piemonte. Attualmente dirige il dipartimento di cure primarie dell'ATS (Agenzia di tutela della salute) di Pavia. Recentemente è stato nominato presidente del Nitag Italia (National Immunization Technical Advisory Group), organismo indipendente previsto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per consigliare i governi di ogni paese sulle politiche vaccinali. - Di più
  • Domenico Di Giorgio
    È il Direttore dell'Ufficio Qualità dei prodotti e contrasto al crimine farmaceutico dell'Agenzia italiana del farmaco (AIFA). Dal 2008 al 2014 ha presieduto i comitati del Consiglio d'Europa dedicati a farmaceutica e contraffazione e gestito negoziazione e recepimento della Convenzione MEDICRIME. Ha pubblicato per AIFA, EDQM e IMPACT-WHO una serie di volumi sul crimine farmaceutico, tra i quali "White paper on the Volcano Operation" (2015), libro bianco per la EC sull'indagine sui furti ospedalieri coordinata dal 2014. - Di più
  • Paola Di Giulio
    Professoressa di Scienze Infermieristiche all'Università di Torino, oltre alla laurea in Scienze infermieristiche ha una specializzazione in Anestesia e Rianimazione, un master of Science-Advanced Clinical Practice (indirizzo oncologia) all'Università di Guildford, Surrey, Inghilterra. È responsabile dell'Unità di Ricerca Infermieristica dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche e ricercatore senior del Dipartimento di ricerca Cardiovascolare al Mario Negri di Milano. Fa parte del Consiglio superiore di Sanità, nominato dalla ministra Grillo a febbraio 2019. - Di più
  • Mirko Di Martino
    Laureato in Scienze statistiche demografiche e sociali presso l’Università di Bologna, ha conseguito il master in Biostatistica e il dottorato di ricerca in Statistica medica. È stato coordinatore del sottogruppo “Salute” presso l’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) e professore a contratto di epidemiologia in diverse facoltà universitarie italiane. Autore e co-autore di oltre 50 articoli scientifici in riviste peer-reviewed e oltre 60 pubblicazioni su atti di convegni nazionali e internazionali. Membro del Consiglio direttivo della Società italiana di statistica medica ed epidemiologia clinica (SISMEC), attualmente è dirigente statistico presso il Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio, dove si occupa della valutazione dei percorsi assistenziali sul territorio. - Di più
  • Cam Donaldson
    È titolare della cattedra Yunus in Social Business & Health. È stato direttore del Centro dal 2010 al 2016 e ora è Pro Vice Chancellor Research presso la Glasgow Caledonian University. In quasi 35 anni di ricerca in economia sanitaria, Donaldson ha vinto oltre 25 milioni di sterline in finanziamenti per la ricerca ed è noto per la sua ricerca metodologica e pratica sulla valutazione economica e l'impostazione delle priorità dell'assistenza sanitaria. Dal suo arrivo al Centro Yunus nel 2010, Cam ha mantenuto interessi nella ricerca di preferenze e priorità, ma ha anche sviluppato un focus sulla valutazione dell'impatto del microcredito e del business sociale sulla salute e il benessere. Ha pubblicato oltre 250 articoli in prestigiose riviste di economia, medicina, politica sanitaria e gestione della salute. È autore di diversi libri sull'economia della salute e sull'erogazione di servizi pubblici. - Di più
  • Paola Facchin
    Professore associato di Pediatria presso l’Università degli studi di Padova, responsabile dell’Unità di epidemiologia e medicina di comunità della stessa Università, del Coordinamento regionale delle malattie rare, del registro nascita e del servizio per la diagnostica del bambino maltrattato, centro regionale di riferimento presso l’Azienda ospedaliera di Padova. È coordinatrice del tavolo tecnico interregionale per le malattie rare, presso la Conferenza delle regioni, commissione salute. È stata membro del Consiglio superiore di sanità dal 2006 al 2009, di più commissioni ministeriali e regionali sulla salute e i servizi per l’infanzia ed età evolutiva, sulla sicurezza, sul contrasto del maltrattamento e per la protezione del bambino e adolescente, sulle cure palliative. Attualmente è membro dei gruppi di lavoro “Coding and classification” e “Indicators” della Task Force Europea sulle malattie rare, dell’European commission expert group on rare diseases (Cegrd) e del Rare 2030 panel of experts, partner della joint action Europea sulla classificazione e codifica delle malattie rare per la stesura del nuovo ICD11 (2015-2018) e leader del working package 5 della nuova joint action europea RD-CODE. Ha scritto oltre 350 pubblicazioni edite a stampa. - Di più
  • Giulio Felli
    Inizia nel 1999 la sua attività professionale al Centro studi progettazione edilizia (CSPE) dove si occupa del coordinamento della progettazione e dell'integrazione sanitaria. Dal 2000 è professore a contratto presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Ferrara per il corso di "Progettazione di Sistemi Costruttivi" e dal 2005 è incaricato del corso di "Costruzioni dell'Architettura". Tra i recenti progetti in fase di realizzazione, si ricorda il Polo Pediatrico Meyer e il complesso clinico di Villa Ragionieri di Firenze. - Di più
  • Sebastiano Filetti
    È il Preside della Facoltà di medicina e odontoiatria dell'Università La Sapienza di Roma. Da gennaio 2019 è Editor-in-Chief di Endocrine, la prestigiosa rivista internazionale del gruppo Springer che promuove, attraverso la diffusione di articoli scientifici innovativi, i progressi nel campo dell'endocrinologia. È membro della American Thyroid Association dal 1980 e dell'Endocrine Society dal 1983. È il fondatore del registro ITCO (Italian Thyroid Cancer Observatory). - Di più
  • Giulia Annovi
    Dottore di ricerca in medicina molecolare e giornalista. Scrive di salute e ambiente principalmente su Startup Italia, Oggiscienza e Rivista Micron. Si occupa di sport e mobilità, come mezzi per salvaguardare il benessere psicofisico e ambientale. Collabora con il Pensiero Scientifico Editore, per il quale ha scritto "Nelle reti. L’oncologo in un sistema complesso di comunicazione e relazioni". Per la piattaforma Find Your Doctor tiene i corsi di "Comunicazione per la ricerca" e "Colture cellulari". - Di più
  • Guido Giustetto
    Medico di famiglia a Pino Torinese, si interessa di metodologia e critica della medicina. È attualmente presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Torino. - Di più
  • Giuseppe Gristina
    Laureato in medicina presso l’Università “Sapienza” di Roma, presso la stessa università si è specializzato in Anestesiologia-Rianimazione, in Epidemiologia clinica e Statistica sanitaria e ha conseguito il Master di II livello in Etica clinica. Ha diretto l’unità di Cure Palliative per il paziente critico presso la terapia intensiva del Centro per il trauma dell’ospedale San Camillo – Forlanini di Roma. Ha coordinato il gruppo di studio per la bioetica della Società italiana di anestesia analgesia rianimazione e terapia intensiva (Siaarti) del cui comitato etico è attualmente membro. È componente della consulta scientifica del Pontificio consiglio della cultura e del comitato scientifico della rivista Recenti progressi in medicina. Il suo attuale campo di ricerca è nell’ambito dell’etica clinica con particolare riguardo alle cure di fine-vita. Ha scritto oltre 100 lavori in riviste peer-reviewed ed è coautore del libro Ethical life support, edito dal Pensiero Scientifico Editore. - Di più
  • Bishal Gyawali
    Medico oncologo, editor e blogger. Le sue aree di interesse includono le policy sul cancro, l'oncologia globale, la tossicità finanziara in oncologia, l'evidence-based medicine, i metodi di sperimentazione clinica e i trattamenti di supporto del cancro. Dopo la laurea in medicina all'università nepalese di Tribhuwan, si è specializzato in oncologia medica in Giappone, alla Nagoya university. Da un anno lavora presso il Brigham and women hospital di Boston. Consulente medico presso l'associazione no profit AntiCancer Fund, in Belgio, Gyawali ha anche una faculty affiliation con l'Institute of cancer policy di Londra. È consulente editoriale de The BMJ e nel 2017 è stato editorial fellow per il Journal of Global Oncology. - Di più
  • James Heilmann
    Direttore del Dipartimento di medicina d'urgenza del East Kootenay regional hospital in Canada, è un difensore del miglioramento dei contenuti relativi alla salute di Wikipedia. È un collaboratore attivo di WikiProject Medicine, un amministratore volontario su Wikipedia, è stato presidente di Wikimedia Canada tra il 2010 e il 2013 e ha fondato ed è stato precedentemente presidente della Wiki Project Med Foundation. È anche il fondatore della Task Force per la traduzione della medicina di WikiProject Medicine. Nel giugno 2015 è stato eletto membro del consiglio di fondazione della fondazione Wikimedia, carica che ha ricoperto fino al 28 dicembre 2015 e attualmente è membro del comitato di redazione del Wikiversity Journal of Medicine. - Di più
  • Primiano Iannone
    Medico ospedaliero, dal 2010 è direttore di struttura complessa di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza a Chiavari. Dal 2014 è direttore di Dipartimento emergenza e accettazione. Ha una lunga esperienza di pratica, formazione e docenza in tematiche di Evidence Based Medicine & Health Care, con spiccata propensione all'innovazione organizzativa, alla ricerca traslazionale e sui servizi sanitari. Ha concepito e sviluppato metodologie originali di analisi critica delle linee guida con significativi riconoscimenti internazionali. È autore di oltre 150 pubblicazioni scientifiche. - Di più
  • Ursula Kirchmayer
    Laureata in farmacia (Marburg, Germania), Master of Public Health (Monaco di Baviera). Da 25 anni lavora come epidemiologa al Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio (DEP), negli ultimi 10 anni in ambito di Epidemiologia Valutativa con particolare focus sulla farmaco-epidemiologia. È membro della Commissione regionale di farmacovigilanza e della segreteria scientifica della Commissione regionale del farmaco della Regione Lazio. È membro della Associazione Italiana di Epidemiologia. È rappresentante del DEP nella European Network for Centres  for Pharmacoepidemiology and Pharmacovigilance (ENCePP) e membro del Working Group Research Standards and Guidances. È membro eletto del Board of Directors della International Society for Pharmacoepidemiology (ISPE). Ha pubblicato oltre 50 articoli scientifici su riviste peer-reviewed. - Di più
  • Stephan (Steve) Lewandowsky
    Scienziato cognitivo australiano, è presidente di psicologia cognitiva presso la School of Experimental Psychology delll'Università di Bristol, nel Regno Unito. Le sue ricerche si sono recentemente concentrate sulla comprensione della scienza da parte del pubblico e sul perché le persone spesso adottano credenze che sono nettamente in contrasto con le prove scientifiche. Questo interesse lo ha portato a esaminare la persistenza della disinformazione nella società e come i miti e le disinformazioni possano diffondersi e le variabili che determinano se le persone accettano o meno prove scientifiche, ad esempio riguardo i vaccini e il clima. - Di più
  • Lorenzo De Simone
    Nato a Milano, lavora da anni per riviste di viaggio e architettura e per clienti quali Touring Club Italiano, FieraMilano, Fondazione Promozione Acciaio, Quodlibet, Rizzoli New York, ING Direct, Hoepli, Rizzoli Libri, Gruppo Cairo, Ediciclo, Bolis Edizioni, Gruppo Gems, RCS Mediagroup. È fotografo del libro One Hundred & One Beautiful Small Coastal Towns of America (Rizzoli New York) frutto di un viaggio on the road di sei mesi lungo le coste Usa. Autore del portfolio fotografico del libro Seoul Steel Life (Quodlibet, collana città e paesaggio) e delle fotografie dei libri Milano nello sport e Milano passo a passo entrambi pubblicati da Hoepli. Ha tenuto workshop fotografici per Fiera Milano, per il Touring Club Italiano, presso Istituti Superiori e Università milanesi e per aziende (The Swatch Group e Google). Ha esposto per Milano Photofestival con due mostre nel 2015 (Milano nello sport e Milano passo a passo) e una nel 2018 (Genius Loci - Milano).  
    Per me fotografare vuol dire raccontare. Ma anche evocare un istante, immaginarmi una storia all’interno di uno spazio , chiuso o aperto. La sfida è quella di dimostrare la relazione tra l’architettura degli spazi e l’essere umano, tra due entità così indipendenti ma così complici. Quando provo a “misurare” uno spazio con la macchina fotografica la presenza umana mi aiuta a conferire una diversa forza espressiva all’immagine. Quindi, anche di fronte a soggetti in movimento, non ho rinunciato a tagli fortemente geometrici. Un’armonia naturale che si crea tra l’essere umano e lo spazio , ogni volta nuova. In questo senso va la produzione e la scelta delle fotografie per il numero di Forward dedicato agli spazi della cura.
    - Di più
  • Victor M. Montori
    Endocrinologo, ricercatore e docente presso la Mayo clinic dove, presso la Knowledge and evaluation research unit, promuove le cure personalizzate e l'assistenza centrata sulla persona per i pazienti con diabete e altre patologie croniche. È tra i ricercatori più citati in medicina clinica degli ultimi dieci anni. Membro del comitato consultivo editoriale per il BMJ e del consiglio di amministrazione di AcademyHealth. A lui si deve il concetto di "minimal disruptive medicine". È tra i fondatori di The Patient Revolution, un'organizzazione no profit incentrata sulla promozione di cure ai pazienti attente e gentili, e autore del libro Why we revolt, tradotto in italiano da Il Pensiero Scientifico Editore. - Di più
  • Gavino Maciocco
    Docente di Igiene e sanità pubblica presso l’Università di Firenze, è promotore e coordinatore del sito web Saluteinternazionale.info e direttore della rivista quadrimestrale Salute e Sviluppo (dell’ong Medici con l’Africa, Cuamm). Esperto di politiche sanitarie e salute globale, ha svolto varie attività nel campo medico, dal chirurgo al medico di famiglia, dal dirigente di ASL fino alla attuale posizione di docente universitario. È membro dell’Organismo toscano per il governo clinico, Regione Toscana. È autore e coautore di numerose pubblicazioni, tra cui: Politica, salute e sistemi sanitari; Le sfide della sanità americana (Il Pensiero Scientifico Editore), Igiene e Sanità Pubblica, Manuale per le Professioni Sanitarie; Le Case della Salute; Cure primarie e Servizi territoriali (Carocci Faber). - Di più
  • Nicola Magrini
    Attualmente direttore  generale dell'Agenzia italiana del farmaco. È un medico e farmacologo clinico con vent'anni di esperienza nella valutazione dei farmaci, lo sviluppo delle linee guida e le politiche farmaceutiche. Ha iniziato come ricercatore presso l'Università di Bologna e l'Istituto Mario Negri di Milano, e nel 1999 ha fondato un Centro Nhs per lo sviluppo di informazioni sui farmaci e linee guida dove vi ha lavorato come direttore per 15 anni. È stato anche membro fondatore della Cochrane Italia, direttore del Centro di collaborazione dell'Oms per la sintesi della ricerca basata sull'evidenza e lo sviluppo delle linee guida e segretario del comitato per i farmaci di base dell'Oms. - Di più
  • Walter Malorni
    Dal 1988 è responsabile del Reparto di Patologia Subcellulare dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS) a Roma. Dal 1998 è Dirigente di ricerca e dal 2003 è a capo del Reparto di Medicina di genere presso il Dipartimento del Farmaco dell'ISS. È membro di comitati scientifici di numerose conferenze nazionali e internazionali, relatore invitato per circa 200 congressi internazionali e corsi specifici ed è autore di oltre 350 lavori in PubMed. Attualmente è responsabile del sito istituzionale ISSalute, unico portale non sponsorizzato finalizzato alla comunicazione con il cittadino in ambito sanitario e nella lotta alle fake news. - Di più
  • Marco Motta
    Una delle voci di Radio3 Scienza, il quotidiano scientifico di Radio3 RAI, programma che cura insieme a Rossella Panarese. Ha collaborato anche con la Radio Svizzera Italiana, con Radio Colonia - Westdeutscher Rundfunk, con la Fondazione Armenise-Harvard e la rivista Le Scienze. - Di più
  • Nello Martini
    Laureato in Farmacia e Specializzato in Farmacologia Clinica. Dal 1973 ad aprile 1998 ha diretto la farmacia del Policlinico Borgo-Roma di Verona. Dal maggio 1998 al giugno 2004 è stato Direttore Generale dei Farmaci e dei dispositivi medici del Ministero della Salute. Successivamente ha ricoperto la carica di Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) fino a giugno 2008, ed è stato componente del Consiglio di Amministrazione dell’EMA. Ha ricoperto la carica di Direttore della Ricerca e Sviluppo di Accademia Nazionale di Medicina e di Direttore Generale di Drugs & Health con sede a Roma. Attualmente ricopre la carica di Presidente Fondazione Ricerca e Salute con sede a Roma. Ha svolto stage di formazione in Francia e negli Stati Uniti ed è autore di oltre 150 pubblicazioni tra libri e articoli scientifici. - Di più
  • Paola Michelozzi
    Dipartimento di Epidemiologia (Regione Lazio):Epidemiologa ambientale (e ambientalista convinta), impegnata per promuovere azioni, a tutti i livelli, per ridurre i rischi ambientali e combattere il cambiamento climatico. Dal 1986 lavora al Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio dove dirige l'Unità di epidemiologia ambientale e ad interim quella di epidemiologia eziologica, occupazionale e valutativa. Fa parte dell'International society of environmental epidemiology ed è stata presidente dell'Associazione italiana di epidemiologia nel biennio 2013-2014. Ha coordinato diversi progetti europei e partecipato a ricerche regionali, nazionali e internazionali sul tema clima e salute. Dal 2004 coordina il Piano nazionale prevenzione ondate di calore. - Di più
  • Craig Mitton
    È professore alla School of Population and Public Healt e scienziato senior presso il Centre for Clinical Epidemiology and Evaluation presso la University of British Columbia, Canada. Specializzato in economia sanitaria, ha lavorato a lungo con le autorità sanitarie e i governi di numerosi paesi per lo sviluppo e l'implementazione dei processi di assegnazione delle priorità e delle risorse. Le aree specifiche di interesse includono l'uso di prove a sostegno del processo decisionale dell'assistenza sanitaria e il coinvolgimento del pubblico nella definizione delle priorità. Ha scritto, con Cam Donaldson, "Priority Setting Toolkit" (in italiano "Come stabilire le priorità in sanità: una guida all'applicazione dell'economia nel processo decisionale", edito da Il Pensiero Scientifico Editore) ed autore di oltre 135 peer-review. Nel 2015, ha ricevuto il Killam Teaching Prize dall'Università della British Columbia. - Di più
  • Giuseppe Naretto
    Rianimatore alla Terapia intensiva dell'Ospedale San Giovanni Bosco di Torino, dal 2006 si occupa in modo particolare di etica e comunicazione nei processi di cura, sia all'interno della propria struttura ospedaliera, sia in collaborazione con enti istituzionali e il Centro Nazionale Trapianti. Per il Coordinamento Regionale dei Prelievi e delle Donazioni di Organi e Tessuti del Piemonte ha scritto il testo teatrale "Due di Cuori", e la favola per bambini "Le avventure della famiglia Organelli". Ha pubblicato con Sestante Edizioni due romanzi: "Notti di guardia" e "I confini del giorno". - Di più
  • Paul Offit
    È un pediatra specializzato in malattie infettive e un esperto di vaccini, immunologia e virologia. È il co-inventore di un vaccino contro il rotavirus a cui è stato attribuito il merito di aver salvato centinaia di vite ogni giorno. Offit è professore di Vaccinology, professore di Pediatria alla Perelman School of Medicine dell'Università della Pennsylvania e direttore del Vaccine Education Center al Children's Hospital di Philadelphia. È stato membro del comitato consultivo per le immunizzazioni dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC). È anche membro del consiglio di Every Child by Two e membro fondatore della Autism Science Foundation (ASF). - Di più
  • Patrizia Popoli
    È dirigente di ricerca e presidente della Commissione tecnico scientifica dell'AIFA. La sua carriera professionale è stata sempre caratterizzata dalla coesistenza di ricerca sperimentale e di attività istituzionale nel settore del farmaco. Tale attività ha dato luogo a diverse pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali, alla partecipazione a progetti di ricerca nazionali e internazionali e allo sviluppo di numerose collaborazioni scientifiche. Negli ultimi anni, il campo di interesse si è esteso a tutti gli aspetti della sperimentazione clinica e alla valutazione del place in therapy dei farmaci dopo la loro commercializzazione. - Di più
  • Daniela Porta
    Dirigente biologa presso il Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio dal 1994. Si occupa prevalentemente della progettazione e del coordinamento di coorti di nati, come il GASPII (coorte di Roma) e Piccolipiù (prima coorte multicentrica Italiana). Con queste coorti ha partecipato a numerosi progetti nazionali e della comunità europea per l’armonizzazione e l’analisi dei dati provenienti dalle coorti europee, in particolare su temi ambientali. - Di più
  • Andrea Prencipe
    Andrea Prencipe è rettore della Luiss Guido Carli e professore ordinario di Organizzazione e innovazione. Laureatosi in Economia e commercio presso l’Università G. d’Annunzio, ha conseguito un master in Management dell’Innovazione presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa, e un master in Gestione dell’innovazione tecnologica e un dottorato in Innovation studies presso la SPRU-Università del Sussex. È stato visiting professor presso la Rotterdam School of Management e la BI School of Management di Oslo e honorary professor presso l’Università del Sussex. È stato invitato come relatore presso prestigiose università internazionali, quali ad esempio: Harvard Business School, London Business School, Università del Michigan, Oxford, Università di Linköping, Cass Business School. Svolge attività di ricerca sull’organizzazione dell’innovazione, sulle organizzazioni project-based e sulle relazioni tra capitale sociale e processi innovativi. - Di più
  • Quattrociocchi Walter
    Attualmente alla guida del Laboratorio di Data Science e Complessità dell'Università Ca' Foscari di Venezia, i suoi interessi di ricerca includono la scienza dei dati, la scienza cognitiva e i processi dinamici su reti complesse. La sua ricerca, basata su un approccio interdisciplinare, si concentra sulla diffusione dell'informazione e della disinformazione e sull'emergere di narrative collettive nei social media online e sulla loro relazione con l'evoluzione delle opinioni. I suoi risultati sulla diffusione della disinformazione sono serviti a informare il Global Risk Report del World Economic Forum del 2016 e del 2017 e sono stati intensamente trattati dai media internazionali (The Economist, The Guardian, Washington Post, New Scientist, Bloomberg, Salon, Poynter, New York Times). Ha al suo attivo più di 50 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali peer-reviewed. Nel 2017 ha coordinato la tavola rotonda sugli esperti di notizie false per la presidente Laura Boldrini. - Di più
  • Matteo Renzi
    Laureato in Biologia applicata alla ricerca biomedica (Università degli studi di Roma “La Sapienza”), masterizzato in epidemiologia (Università degli studi di Torino) e specializzando in Statistica medica e biometria (“La Sapienza”), lavora presso il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio. È junior section-editor (ambiente e salute) per la rivista Epidemiologia e Prevenzione. La sua principale linea di ricerca riguarda prevalentemente gli effetti dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana, ed è attualmente coinvolto in alcuni progetti di ricerca nazionali e internazionali in questo ambito. È co-autore di 13 articoli scientifici pubblicati su riviste peer-reviewed italiane ed internazionali. È stato premiato con il Premio Maccacaro nel corso del XLII Convegno AIE 2018. È presidente del comitato giovani dell’Associazione Italiana di Epidemiologia (AIE giovani). - Di più
  • Francesco Ripa di Meana
    È direttore generale degli Istituti fisioterapici ospitalieri di Roma e Presidente della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere (FIASO). Medico specialista in medicina del lavoro e in statistica e programmazione sanitaria, si è perfezionato in gestione e organizzazione in sanità presso l'Università Bocconi. Dopo gli studi ha lavorato come direttore di Servizi di prevenzione pubblici in ASL del Centro-Sud, come medico in Mozambico e come project manager in campo sanitario per la Cooperazione italiana in Brasile. Dal 1997 al 2002 è stato direttore generale della ASL di Viterbo, passando poi alla direzione della ASL di Piacenza (2002-2008) di quella di Bologna (2008-2015) e dell'IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli (2015-2016). - Di più
  • Raffaele Romanelli
    Storico e professore universitario di Storia contemporanea, dal 1994 presso l'Università di Messina e dal 2002 presso la facoltà di Scienze Umanistiche dell'Università di Roma La Sapienza. Dal 2003 è membro del collegio dei docenti del Dottorato in Storia e società dell'età moderna e contemporanea presso l'Università di Napoli “Federico II” aderente all' "Istituto Italiano di Scienze Umane". È stato per più di vent'anni nella redazione di "Quaderni storici". Siede nel comitato editoriale di "Journal of Modern Italian Studies". È socio fondatore della Società di storia delle istituzioni dell'età moderna e contemporanea (SISSCO), della quale è stato presidente dal 1999 al 2003. Si interessa di storia sociale e politica delle istituzioni e di storia sociale delle élites. Sul primo versante, ha studiato in particolare temi riguardanti la formazione dello stato italiano e la storia dei sistemi elettorali; sul secondo, la storia dei patrimoni, della trasmissione ereditaria e dei rapporti familiari. - Di più
  • Massimo Romanò
    Laureato in Medicina (Milano), specializzato in Cardiologia e Medicina del Lavoro. Cardiologo ospedaliero per 40 anni, gli ultimi dodici dei quali come Primario di Cardiologia presso l’ospedale di Vigevano. Fellow per l’attività culturale di ANMCO. Nel corso della carriera si è occupato di aritmologia, cardiologia clinica e scompenso cardiaco. Negli ultimi 15 anni si è dedicato alle tematiche delle cure palliative e della fine della vita nei malati con scompenso cardiaco,  pubblicando il primo testo italiano sull’argomento (Scompenso cardiaco e cure palliative, Il Pensiero Scientifico Editore, 2018). Membro del comitato ordinatore del master di II livello di UNIMI in Cure Palliative per il biennio 2018-2020. Autore di 4 monografie in tema di cardiologia clinica ed elettrocardiografia, in italiano e in inglese, e di un centinaio di lavori in campo cardiologico su riviste peer-reviewed. Si occupa attivamente di formazione in ambito cardiologico e cure palliative. - Di più
  • Alessandro Rosa
    Laureato in Scienze Statistiche per le analisi demografiche e sociali (Università degli studi di Roma “La Sapienza”), Master in Data Science (Università degli studi di Roma Tor Vergata), collabora con il Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio dal 2014. I principali progetti per cui ha collaborato riguardano l'epidemiologia valutativa (con il calcolo di indicatori di esito, volumi di attività a livello nazionale PNE, e regionale Prevale).  Recentemente si è avvicinato all'epidemiologia clinica e alla farmaco-epidemiologia. Partecipa attivamente a progetti innovativi di digital epidemiology e al gruppo di lavoro Forward. 0 RH negativo, curioso e disordinato. - Di più
  • Salvatore Rossi
    È direttore generale della Banca d'Italia dal 10 maggio 2013 e presidente dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS). Nel 2013 ha fatto parte del "Gruppo di Lavoro in materia economico - sociale ed europea" istituito dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ha tenuto corsi e seminari in varie sedi universitarie, in particolare presso l'Università Tor Vergata di Roma e l'Università Aldo Moro di Bari. È autore di numerose pubblicazioni, tra cui "Processo alla finanza" (2013), "Che cosa sa fare l'Italia" (2017) e "Oro" (2018). - Di più
  • Giovanni Sabato
    Genetista di formazione, lavora come giornalista scientifico free lance. Si occupa soprattutto di biologia, medicina e psicologia, ma anche dei nessi tra scienze e diritti umani. Collabora regolarmente, tra l’altro, con Le Scienze e Mind. Ha scritto i libri “L’Officina della vita. Cellule staminali, medicina rigenerativa, trapianti” (Garzanti, 2002) e “Come provarlo? La scienza indaga sui diritti umani” (Laterza, 2010). Quando non scrive e non legge, di solito cammina a varie altitudini e pendenze, e fotografa le cose buffe che trova in giro. - Di più
  • Carlo Saitto
    Amministratore nelle aziende sanitarie, direttore sanitario, medico di sanità pubblica, anestesista, con una passione per la valutazione e la misurazione dei risultati di salute. Ha partecipato al progetto europeo DECIDE sull’utilizzazione delle evidenze scientifiche nei processi decisionali in sanità ed è stato responsabile della programmazione sanitaria nella Regione  Lazio e nell’Agenzia Sanità del Friuli Venezia Giulia. Nel corso di numerosi anni di attività ha osservato molto più di quanto abbia realizzato e lasciato meno tracce di quanto avrebbe voluto. - Di più
  • Eugenio Santoro
    Eugenio Santoro lavora nel Dipartimento di salute pubblica dell’ Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri IRCCS dove dirige il laboratorio di informatica medica.  Dal 2006 si occupa di social media, di app per smartphone e più in generale di digital health e di digital therapeutics e del loro impatto sulla pratica clinica e sulla comunicazione/promozione della salute. Autore di 250 tra articoli scientifici e divulgativi, ha pubblicato per il Pensiero Scientifico Editore i volumi  “Web 2.0 e social media in medicina”, “Facebook, Twitter e la medicina”, “Guida alla medicina in rete” e “Internet in medicina”. Dal 2016 è docente a contratto di Health informatics all’Università degli Studi di Milano e insegna in diversi master universitari.  È inoltre membro del gruppo ICT di FNOMCeO, del comitato scientifico dell’Associazione italiana telemedicina e informatica medica, e del gruppo di esperti della prima consensus conference italiana per il patient engagement. - Di più
  • Holger Schunemann
    Nato in Germania, dal 2009 è direttore del Department of health research methods, evidence, and impact della McMaster university in Hamilton, Canada. È direttore del Canada Cochrane e del McMaster Grade center. Dal 2005 al 2009 è stato dirigente presso l'Istituto dei tumori Regina Elena di Roma. Fa parte dell'Advisory committee on health research della World health organization. I suoi principali interessi di ricerca riguardano la valutazione della qualità dei risultati della ricerca e la produzione, presentazione e disseminazione di linee-guida. In questa cornice è da inscrivere il suo lavoro nell'ambito del Grade Working group. - Di più
  • Angelo Tanese
    È il direttore generale della ASL Roma 1. Nella sua esperienza professionale ha ricoperto incarichi dirigenziali in diverse aziende pubbliche ed è uno dei principali esperti a livello nazionale di management sanitario. Vanta diverse pubblicazioni sui temi del cambiamento organizzativo e del management pubblico, con particolare attenzione alle aziende sanitarie. - Di più
  • Domenica Taruscio
    È direttrice del Centro nazionale malattie rare dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS). Ha rivestito o riveste cariche scientifiche, fra cui: Presidente dell'International Conference for Rare Diseases and Orphan Drug (2010 al 2012); Membro italiano del Committee for Orphan Medicinal Products a EMA (2000 al 2009); Esperto nel Comitato di Esperti sulle Malattie Rare della Commissione Europea; Membro dell'Health Research Advisory Group della Commissione Europea; Membro del Comitato Scientifico Interdisciplinare di IRDiRC; Membro dell'Organismo nazionale di coordinamento e monitoraggio delle Reti europee di riferimento. Coordina numerosi progetti europei e internazionali fra cui: Malattie rare senza diagnosi (Italia-USA), Undiagnosed Diseases Network International (UDNI), EUROPLAN, EPIRARE, RARE-Bestpractices e WP Leader in EUROCAT e RD-Connect. È coautorice di oltre 130 pubblicazioni scientifiche e Editor-in-Chief di "Rare Diseases and Orphan drugs. An International Journal of Public Health". - Di più
  • Guido Tonelli
    Ha partecipato ed è stato portavoce dell'esperimento CMS presso il CERN, che ha portato alla scoperta del bosone di Higgs. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Fundamental Physics Prize, il premio Enrico Fermi e la medaglia d'onore del Presidente della Repubblica. Nel 2016 ha pubblicato con Rizzoli "La nascita imperfetta delle cose", con cui ha vinto il premio È un fisico e divulgatore scientifico italiano, professore di fisica all'Università di Pisa. Galileo per la divulgazione scientifica, e nel 2017 "Cercare mondi. Esplorazioni avventurose ai confini dell'universo". - Di più
  • Alberto Tozzi
    Pediatra ed epidemiologo, ha lavorato a lungo presso l'Istituto superiore di sanità sull'epidemiologia delle malattie trasmissibili e sulle vaccinazioni. Si è trasferito successivamente presso l'Ospedale Bambino Gesù di Roma, prima presso l'Unità di epidemiologia, poi in quella di medicina digitale e telemedicina. Attualmente è responsabile dell'Unità innovazione e percorsi clinici e dell'Area di ricerca malattie multifattoriali e malattie complesse presso lo stesso ospedale. Si occupa della connessione tra la clinica e altre discipline, di nuove tecnologie e dell'efficacia delle strategie digitali per la promozione della salute. - Di più
  • Giuseppe Traversa
    Lavora all'Istituto Superiore di Sanità, prevalentemente nel settore della farmaco-epidemiologia, nell'approfondimento delle conoscenze sull'appropriatezza d'uso dei farmaci e sul profilo beneficio-rischio. L'esperienza nella conduzione degli studi è stata anche utilizzata nel coordinamento del settore ricerca e sviluppo dell'AIFA nella fase di avvio del programma di ricerca indipendente sui farmaci in aree nelle quali manca un interesse commerciale alla conduzione di studi. - Di più
  • Ivana Truccolo
    Di formazione umanistica e sociologico - sanitaria e già operatrice nel settore dei servizi sociali, è approdata al mondo delle biblioteche-centri di documentazione biomedica nel 1984. Ha acquisito una formazione teorico-pratica di bibliotecario-documentalista (corso quadriennale in biblioteconomia in Friuli-Venezia Giulia, master gestione e direzione di biblioteche IAL-Università Cattolica, summer school e corsi di formazione organizzati da enti accreditati in Italia e all'estero). Dal 1984 è responsabile della Biblioteca scientifica e pazienti del Centro di riferimento oncologico di Aviano (Cro) Irccs. È stata progetto pilota in Italia, 1998, di biblioteca pazienti in rete con la locale biblioteca pubblica, ed è stata riconosciuta biblioteca di interesse regionale. Dal 2010 sulla biblioteca è imperniato un programma istituzionale di “Patient Education & Empowerment” di cui coordina il gruppo multi professionale che lo realizza e le varie attività, fra cui una collana di pubblicazioni di carattere divulgativo in oncologia, un calendario annuale di incontri a tema con pazienti e familiari, laboratori di scrittura creativa, una banca dati di materiale informativo sul cancro CIGNOweb.it e altre attività progettuali collaborative. Ha al suo attivo un discreto numero di pubblicazioni sia di carattere scientifico che divulgativo. - Di più
  • Rosaria Vavassori
    Ingegnere elettronico e mamma di Alberto affetto da emiplegia alternante (ahc). Davanti alla totale assenza di informazione su questa rarissima malattia neurologica ad esordio infantile, ha messo in campo le sue competenze professionali per creare nel 1999 la prima associazione italiana di pazienti (Aisea onlus) di cui è stata presidente fino al 2014. Ha contribuito alla costruzione di una biobanca e di un registro clinico italiani e della rete europea Enrah per lo sviluppo della ricerca su questa malattia rara. Come data manager ha coordinato lo sviluppo della neonata piattaforma Iahcrc-Cloud Platform, fondata sui principi del patient engagement e del platform cooperativism, per la condivisione dei dati degli studi multicentrici del consorzio internazionale Iahcrc. - Di più