• Background Image

    Policy

Il progetto Forward
  1. La Direzione Sanità della Regione Lazio ha affidato al Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale (DEP) l’approfondimento di alcune tematiche destinate a modificare o, comunque, a incidere sulla Sanità in un prossimo futuro. Primo obiettivo è formare e informare i decisori sanitari fornendo loro una base essenziale di conoscenze. In secondo luogo, i contenuti prodotti saranno riadattati per essere messi a disposizione anche della cittadinanza.
  2. Interlocutore principale è dunque il personale sanitario clinico amministrativo con ruolo decisionale: decision maker a livello nazionale, regionale e aziendale; dirigenti delle unità operative delle Aziende sanitarie e ospedaliere; farmacisti ospedalieri, rappresentanti di associazioni di pazienti e di loro familiari.
  3. Il Dipartimento di Epidemiologia ha voluto integrare questa attività nell’esperienza della Biblioteca Alessandro Liberati, strumento del Servizio Sanitario Regionale, curato dal Pensiero Scientifico Editore. Il quale ha ulteriormente voluto sostenere la nuova attività collegandola alla rivista Recenti Progressi in Medicina, mensile di medicina interna indicizzato sulle principali banche dati bibliografiche internazionali.
  4. È nato così il progetto Forward. Accanto all’Editorial board di riferimento della rivista, è stato costituito un Comitato scientifico, invitando a farne parte alcune personalità apicali della Sanità italiana.
  5. In linea con il principio che lo ha ispirato, la Regione Lazio e il Dipartimento di Epidemiologia non intendono servirsi di questo progetto per sistematizzare e disseminare un “proprio punto di vista” sulle tematiche affrontate. Al contrario, Forward si configura come un’attività di confronto e horizon scanning la cui finalità è interrogare la realtà in modo critico, fornendo elementi per interpretarla.
  6. In parallelo con l’approfondimento dei temi selezionati, Forward intende raccogliere il sentiment degli operatori sanitari italiani sulle tematiche che caratterizzano l’innovazione ed il domani della sanità, attraverso delle survey basate su interviste strutturate somministrate a categorie di Medici specialisti e Farmacisti ospedalieri, nel corso di congressi nazionali.
  7. Forward non si propone di giungere a veri e propri “documenti di consenso” sui temi affrontati, proprio perché il concetto stesso di consensus non si adatta ad un progetto che punta a descrivere la complessità per comprenderla e non per ridurla. Ciononostante, saranno identificati nel corso dell’anno due argomenti tra quelli approfonditi riguardo ai quali il Gruppo di lavoro produrrà un documento di sintesi.
  8. Considerato l’interesse suscitato dall’iniziativa, si è voluto proporre un coinvolgimento ad alcune aziende farmaceutiche, con un duplice obiettivo:
    • rendere più intensa e più ampia l’attività di produzione di contenuti e di disseminazione, proporzionalmente alla disponibilità di maggiori risorse,
    • aprire un tavolo di confronto tra pubblico e privato su alcuni temi-chiave in una fase – per così dire – pre-competitiva, in altre parole prima che divengano eventuale oggetto di contrattazione regolatoria.
  9. Le aziende aderenti al Gruppo di lavoro di Forward hanno l’opportunità di confrontarsi con i responsabili del coordinamento scientifico ed editoriale del progetto, suggerendo tematiche, esperienze e referenti e contribuendo a definire le domande delle survey; le parti aderenti (Regione e DEP, Comitato scientifico, Pensiero, Aziende) collaboreranno altresì alla determinazione dei temi da approfondire. Inoltre, potranno accedere in via riservata ai risultati dell’attività di horizon scanning, ai dati delle survey e ai contenuti prodotti dalla redazione.
  10. Regole di partecipazione: gli accordi e gli eventuali contratti per la partecipazione a Forward, così come tutti gli aspetti gestionali ed amministrativi, sono curati da Il Pensiero Scientifico Editore. Aziende che desiderassero entrare a far parte del Gruppo di Lavoro potranno avanzare la propria candidatura e l’ingresso nel gruppo sarà subordinato all’accettazione da parte di tutti i membri.

I componenti dell’Advisory Board, il Direttore responsabile e l’Associate Editor non percepiscono compensi per le attività svolte nell’ambito del progetto Forward.

Iscriviti alla newsletter di Forward

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Pin It on Pinterest

Share This